Home » Borghi » Il Borgo di Camerata Cornello dei Tasso

Il Borgo di Camerata Cornello dei Tasso

Autore:

Camerata Cornello è un comune in provincia di Bergamo, che conta poco più di 600 abitanti.

Cornello dei Tasso, in Valle Brembana, uno dei borghi più belli d’Italia, che conserva ancora la struttura urbanistico-architettonica medioevale.
Fulcro dei commerci son la Valtellina sulla Via Mercatorum, la più antica strada della Valle Brembana, ed vi si svolgeva un tempo un importante mercato. Quando, verso la fine del 1500, fu costruita una nuova strada, la Priula, Cornello perse la sua importanza,  rimanendo piuttosto isolato. Ma è proprio grazie a questo isolamento che si è protratto nei secoli, che il borgo ha conservato il tessuto urbanistico originario, caratterizzato dalla sovrapposizione di quattro diversi piani edificativi.

Una curiosità: proprio nel borgo di Cornello nacque il sistema postale. In base alla tradizione, nel XIII secolo, Omodeo Tasso riunì 32 parenti in un gruppo di corrieri che trasportavano corrispondenza da Venezia a Milano, Roma e altre principali città d’Italia; il gruppo fu chiamato Compagnia dei Corrieri e fu anche nominata Corrieri Ufficiali della corrispondenza del Papa.

In seguito, grazie all’imperatore Massimiliano I, la Compagnia dei Corrieri cominciò a lavorare all’interno del Sacro Romano Impero. Qui emerse  Zanetto Tasso (o de Tassis) che viveva a corte e gestiva con la sua famiglia il servizio postale di Spagna e Paesi Bassi.


Il borgo antico dei Cornello del Tasso è caratterizzato da una serie di costruzioni allineate a strapiombo sul Brembo che testimoniano l’assetto di fortificazione del borgo.
Più in alto si trova il monumentale porticato sorretto da arcate in pietra, con soffitto in travi di legno e pavimento in acciottolato, lungo più di cento metri. Sotto il porticato, dove un tempo passava la Via Mercatorum, si aprono verso valle gli accessi agli edifici del piano inferiore e le antiche botteghe e scuderie.

Al terzo piano si trovano case semplici e palazzi di un certo interesse architettonico. Sul lato sud del borgo, da uno sperone di roccia domina l’antico Palazzo Tasso che aveva una funzione difensiva verso la valle.

Più in alto si trova la chiesa dei Santi Cornelio e Cipriano, che risale al XIV secolo con l’interno affrescato e un campanile a bifore in stile romanico.

Un’altra chiesa è la parrocchiale di Camerata, risalente al XVII secolo e dedicata a Santa Maria Assunta, conserva dipinti di pregio tra cui spiccano quelli di Francesco Zucco.

Per ammirare il paesaggio o passare un po’ di tempo di libero dopo aver visitato il borgo, si possono fare passeggiate ed escursioni in bicicletta sulla ciclovia della valle Brembana, lungo il corso del fiume Brembo, inaugurata nel 2007.

Luino, lago e mercato storico
Sondrio, la "capitale" della Valtellina
I paesi dipinti del Varesotto
Maccagno: cosa fare, cosa vedere
Gromo, borgo medievale di montagna
Livigno: itinerari e natura intorno alle piste
Tags: , , ,

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli
Il Borgo di Camerata Cornello dei Tasso - 10/08/2011 - Turismo in Lombardia